masthead

 

 

C’è qualcosa che viene prima delle performance in senso assoluto, della velocità, prima del design e dell’estetica. Quella cosa si chiama sicurezza e in Pagani Automobili è una missione.

Roadster BC nasce sotto questo segno, e ogni sua linea e superficie è pensata per generare carico aerodinamico, con un target di 500 kg di deportanza a 280 km/h, mantenendo un’altezza da terra che permetta ai passeggeri di godersi la guida sia sulle strade pubbliche, che sul circuito.

Per ottenere questo risultato la via più facile sarebbe stata attraverso l’abbassamento dell’altezza da terra, così da sfruttare l’ampia superficie del fondo piatto. Tuttavia, questo non avrebbe tenuto conto che la naturale irregolarità delle strade pubbliche avrebbe reso potenzialmente imprevedibile, e di conseguenza pericolosa, la guida.

Al contrario, la ricerca si è focalizzata nel trovare l’equilibrio fra un sistema raffinato di flussi interni a Roadster BC e una silhouette esterna deportante in ogni condizione di marcia, dove ogni componente risultasse più che mai funzionale alle prestazioni e, insieme, unico per l’estetica.

Mentre il frontale è stato sviluppato per garantire lo scambio termico necessario al motore Pagani V12 e per generare maggiore deportanza allo stesso tempo, il posteriore completa l’estrazione dell’aria e mantiene il centro di pressione della vettura costante, in armonia con gli altri elementi. L’ala, emblema di design e ingegneria, unica, finissima ed elegante, risulta estremamente efficace già dalle medie velocità.

L’aerodinamica attiva, per la prima volta introdotta da Huayra Coupé nel mondo delle hypercar, in combinazione con le sospensioni attive, conferisce ulteriore stabilità al veicolo, adattando l’assetto aerodinamico in relazione alle esigenze di guida.

Un’auto che offre confidenza immediata e massimo controllo, assieme ad un’esperienza di guida elettrizzante, soprattutto quando il nuovo sistema a sei scarichi in Titanio comincia a cantare. Un sound che ammalia ancor di più il fine udito di ogni grande amante della sinfonia del dodici cilindri Pagani. In questo sistema di scarico inedito sono previste, infatti, due vie aggiuntive dirette dai catalizzatori per sfruttare il principio di soffiamento del diffusore e generare ulteriore deportanza.

 

- IL TELAIO E I MATERIALI -

Da oltre 35 anni, Horacio Pagani è riconosciuto a livello mondiale come pioniere dei materiali compositi. Oggi, in Pagani Automobili, conta al suo fianco un team di specialisti equipaggiati con i più sofisticati strumenti di simulazione e di calcolo, banchi prova e autoclavi con sistemi di gestione e di controllo tra i più evoluti al mondo. Ma, soprattutto, nell’Atelier ci sono maestri artigiani di enorme talento, in grado di creare componenti in materiali compositi oltremisura complessi garantendone sempre precisione e qualità estetica. Oggetti unici di altissimo artigianato definiti vere e proprie opere d’arte, in grado di trasmettere emozioni e raccontare una storia.

Attraverso l’intensa ricerca scientifica per sviluppare il Carbo-Triax HP62 ed il Carbo-Titanium HP62 G2 siamo giunti a risultati straordinari che ci hanno permesso di alleggerire sensibilmente la vettura. L’aumento del 450% del costo unitario non ha fermato Horacio dal ritenere che il Cliente meriti ancora di più.”

  • Francesco Perini, Head of Concept & Composite Design at Pagani Automobili.

     

Roadster BC introduce nuove esclusive tecnologie dei materiali compositi basate sulla fibra di carbonio e sul carbo-titanio, permettendo un incremento del 12% di rigidezza torsionale e del 20% di rigidezza flessionale rispetto allo stato dell’arte della Pagani Automobili fino a quest’auto. L’aumento di queste proprietà meccaniche dei materiali, e quindi delle rigidezze caratteristiche del telaio monoscocca, acconsente ad una migliore risposta dinamica della vettura durante la guida ed una maggiore sicurezza in condizioni critiche.

 

- IL MOTORE -

Ciò che è bello in questa collaborazione è che condividiamo la stessa mentalità. Mettiamo sempre alla prova lo status quo e Horacio mette sempre alla prova ciò che normalmente è dato per certo ed assodato. Penso che insieme, ad oggi, abbiamo creduto in sfide molto ardue e raggiunto livelli sempre più alti di perfezionamento.”

  • Tobias Moers, CEO of Mercedes-AMG GmbH.

 

Da oltre vent’anni, Mercedes-AMG e Pagani Automobili collaborano con rigore, precisione e metodo scientifico e sono giunti, oggi, allo sviluppo di uno dei motori termici a dodici cilindri più progrediti ed efficaci in circolazione: il Pagani V12, il cuore pulsante di Roadster BC.

Oltre 800 cavalli e 1050 Nm di coppia già a partire da 2.000 giri/min, una tale potenza ed elasticità da incollare il pilota al sedile e lasciargli la propria impronta sulle spalle.

Quattro anni di progettazione e migliaia di ore di test, con oltre 300.000 km percorsi dai sette prototipi Pagani su strada e sui più importanti circuiti, in ogni condizione climatica ed ambientale. Il nuovo Pagani V12 è stato portato intransigentemente all’estremo delle sue capacità per essere efficiente e affidabile, per offrire a Roadster BC una guida eccitante e sicura. Un punto, questo, su cui Horacio Pagani e l’intero team sono sempre stati irremovibili: in cerca di performance eccezionali, ma mai in modo irresponsabile.

La conoscenza, la tradizione, gli oltre 125 anni di storia tecnica di Mercedes-Benz e i 50 di AMG, uniti al metodo, alla passione e all’efficienza, sono le premesse che hanno condotto il gruppo tedesco alla vittoria nelle diverse categorie dell’automobilismo sportivo e alla conquista di numerosi titoli mondiali. Un universo di sapere messo a disposizione per il nuovo motopropulsore di Roadster BC, che presenta un rapporto peso-potenza ai vertici della categoria e, tra le innovazioni, nuove turbine, un rivoluzionario collettore d’aspirazione idroformato, doppi corpi farfallati e quattro intercooler acqua-aria.

Il Pagani V12 raggiunge i più alti livelli di efficienza grazie alla strategia di controllo motore e la sorprendente velocità di calcolo messe a punto dal nuovo e sofisticato sistema elettronico ideato da Bosch. Infine, in linea con l’impegno consolidato che Pagani mantiene nei confronti dell’ambiente, il motore di Roadster BC si conforma, senza il ricorso a sistemi ibridi, ai più stringenti requisiti omologativi ed alle più recenti normative anti-inquinamento al mondo, compresi gli standard Californiani.

 

- CAMBIO -

Il cambio Pagani by Xtrac, sequenziale trasversale a sette rapporti, permette di trasferire a terra tutta la potenza e l’eccezionale reattività del Pagani V12.

Il gruppo volano-frizione è composto da una frizione tridisco, un differenziale a gestione elettronica ed un sistema di giunti tripoide di derivazione racing. Il sistema complessivo della trasmissione è più leggero del 35% rispetto ad un gruppo trasmissione a doppia frizione.

L’architettura trasversale non soltanto contribuisce alla riduzione del peso complessivo, ma consente anche la riduzione dell’inerzia polare per contenere con decisione il sovrasterzo, fenomeno tipicamente pericoloso nelle macchine a motore centrale.

 

- SOSPENSIONI -

L’importante percorso di sviluppo tecnologico non ha tralasciato il gruppo sospensioni, da sempre un prodigio tecnico e motivo di orgoglio di Pagani Automobili. Quando un team così compatto persegue traguardi mai raggiunti, e in modo così responsabile nei confronti del cliente, deve focalizzare l’attenzione sulla dinamica dell’auto e sui fenomeni che la interessano.

Roadster BC è comunicativa, sincera, emozionante. Questo è il risultato di un’enorme opera sulla rigidezza del telaio, la dinamica del veicolo, l’elastocinematica delle sospensioni, l’abbassamento del baricentro, la riduzione di peso per citarne solo alcuni. E solo quando ogni aspetto è stato esplorato e perfezionato, viene introdotta l’elettronica per elevare ulteriormente gli aspetti di prestazione, stabilità e sicurezza.

Un’elettronica alquanto raffinata al servizio del guidatore che, grazie ai microprocessori più potenti del settore, riduce con efficacia gli effetti di dive, squat e roll, portando ad un altro livello il controllo e la sicurezza del veicolo. Un sistema che non solo regala la soddisfazione di esplorare la base meccanica nelle sue possibilità, ma che sa dare il meglio di sé nelle situazioni limite facilitando l’esperienza di guida.

 

- PNEUMATICI E CERCHI -

Horacio Pagani pone sempre sfide affascinanti. Ogni volta che collaboriamo ci troviamo davanti a nuovi limiti da superare. Per noi sono stimoli molto utili che ci permettono di fare sperimentazione e sviluppo con un partner straordinario. Pirelli ha nel DNA l’innovazione, la spinta a superarsi e a cercare in ogni prodotto l’eccellenza tecnologica. Ogni progetto con Pagani porta sempre qualcosa di nuovo.”

  • Marco Tronchetti Provera, Executive Vice Chairman and Chief Executive Officer at Pirelli.

 

Dai dieci anni di grande collaborazione, partnership e passione condivisa tra Pirelli e Pagani Automobili nascono gli pneumatici Pirelli P Zero Trofeo R, confezionati su misura per Roadster BC.

Quasi come un’opera scultorea, scolpita a mano dagli artisti dell’intaglio come avveniva nel passato, il nuovo pneumatico nasce in realtà all’interno del Modular Integrated Robotized System, o anche “MIRS”, il reparto dedicato alla progettazione dei pneumatici più prestazionali del range Pirelli, e presenta un design avente una propria identità, autentica ed da subito percepibile.

L’obiettivo del progetto è stato uno pneumatico che fosse prestazionale e avesse le caratteristiche che la neonata dell’Atelier e Horacio Pagani ponevano come sfida. In particolare, infatti, doveva essere garantita e, soprattutto, trasmessa una sensazione di totale sicurezza e controllo anche al guidatore meno esperto, a prescindere dalle condizioni atmosferiche e dalle dinamiche di guida.

In 10 anni di collaborazione, tra i traguardi che ci siamo posti insieme a Pirelli c’era sicuramente quello del feeling sul volante: sentire la sensazione come se le tue mani si appoggiassero sulla strada. La conoscenza e l’abilità dei tecnici Pirelli hanno reso questo pneumatico davvero comunicativo, in grado di avvertirti quando stai arrivando al limite dell’aderenza.

Non dimentichiamo, infatti, che in curva con quasi 2 g di forza laterale tutto avviene molto velocemente.”

- Horacio Pagani, Founder & Chief Designer at Pagani Automobili.

Un progetto molto stimolante che ha visto i due brand disegnare assieme la soluzione da zero, collaborando per la prima volta già dallo sviluppo virtuale dello pneumatico. La forte sinergia tra il team Pirelli e quello di Horacio Pagani ha poi condotto ad una collaborazione di set-up di Roadster BC, quindi di adattabilità dello pneumatico verso la vettura e viceversa. Da qui, si è intrapresa una strada di perfezionamento continuo, confermato dai risultati notevoli conseguiti su alcuni importanti circuiti, dove gli nuovi pneumatici hanno dato una risposta eccezionale: una precisione millimetrica in curva e un grip altissimo che consente il raggiungimento di un’accelerazione laterale di 1.9 g in percorrenza costante, con picchi di 2.2 g, e una decelerazione longitudinale di 2.2 g. I PZero Trofeo R non sono soltanto sinonimo di prestazioni elevatissime, ma vengono disegnati per avere una minore resistenza al rotolamento, per ridurre quindi i consumi ed essere più silenziosi.

Infine, i cerchi sviluppati assieme ad APP vengono ricavati da un forgiato in Avional. Leggeri e con un design a 14 razze, sono il frutto di una raffinata tecnica di lavorazione e di una finitura manuale, raccontano a prima vista la filosofia e la natura di Roadster BC.

 

- FRENI -

La nostra collaborazione con Horacio segna un altro successo con l’introduzione della Pagani Roadster BC. Siamo orgogliosi di equipaggiare questo nuovo modello con lo stato dell’arte degli impianti frenanti per vetture stradali, sviluppato per fornire non solo le migliori prestazioni in termini di tecnologia e sicurezza, ma anche con l’obiettivo specifico di integrarsi con il design di questo capolavoro.”

- Matteo Tiraboschi, Vice Presidente Esecutivo di Brembo.

Quella di Brembo e Pagani è da sempre una storia e un’intesa in nome dello sviluppo della sicurezza, della tecnologia e delle performance, del design e della leggerezza. Roadster BC beneficia dell’impianto Pagani by Brembo in materiali carbo-ceramici da 398x36 mm con pinza monolitica a 6 pistoncini all’anteriore e 380x34 mm con una pinza monolitica a 4 pistoncini al posteriore, ancora una volta il massimo della tecnologia esistente mano nella mano con un design affascinante.

 

- INTERNI -

Basterebbe uno sguardo veloce per rimanere sedotti da Roadster BC. Resisterle sarebbe inutile, l’unica cosa da fare è arrendersi, aprire la portiera e mettere piede nell’abitacolo.

Ritrovandosi così in un’altra dimensione, dove la percezione del tempo che passa si annulla in attimi lunghissimi spesi a scoprire ogni segreto di quest’opera. Perdersi tra i dettagli e notare con stupore che ogni vite, anche la più nascosta, è stata lavorata, perfezionata e impreziosita a mano, amata e posizionata con attenzione lì da un artigiano. Un’esperienza sensoriale tra passato, presente e futuro del motorsport e delle granturismo trasmessa da materiali come il carbo-legno e la pelle finemente goffrata, i meccanismi, tra cui la cintura a quattro punti in stile racing, e gli accessori più sofisticati, come l’impianto audio a nove canali.

 

 

- CARATTERISTICHE TECNICHEPagani

V12 60° 36 valvole 5980 cc bi-turbo, sviluppato specificamente per

Pagani da Mercedes AMG

590 kW a 5900 giri/min

1050 Nm da 2000 a 5600 giri/min

Trazione posteriore

Xtrac AMT trasversale a 7 rapporti con differenziale elettromeccanico

Brembo 4 dischi ventilati carbo-ceramici: Anteriori 398x36 mm con pinze monolitiche a 6 pistoni; Posteriori 380x34 mm con pinze monolitiche a 4 pistoni

APP forgiati in lega di alluminio monolitica: Anteriori 20 pollici;

Posteriori 21 pollici

Pirelli P Zero Trofeo R: Anteriori 265/30 R20; Posteriori 355/25 R21

Doppi bracci a triangolo indipendenti forgiati in lega di alluminio, molle elicoidali e ammortizzatori controllati elettronicamente

Monoscocca in Pagani Carbo-Titanium HP62 G2 e Carbo-Triax HP62 con telaietto tubolare anteriore e posteriore in acciaio 1250 kg

FacebookTwitter

X

Right Click

No right click